• SHOP
  • CLUB
Provi l’account premium
0
Il mio Garage
Aggiungere un veicolo
0
Articoli #82-2285
0,00 €
Il tuo carrello è vuoto

Rottura puleggia alternatore: sintomi e quanto costa cambiarla

L'alternatore è un elemento chiave del sistema elettrico di bordo, serve a ridistribuire l’energia prodotta dal motore, ricaricando la batteria macchina e alimentando alcuni impianti di bordo. La puleggia alternatore è l’elemento portante che mantiene l’alternatore nella posizione corretta.

Vedremo cosa bisogna sapere sulla puleggia alternatore per auto, cos’è e come funziona, quali sono i sintomi di un malfunzionamento e come intervenire per tempo per evitare avarie peggiori.

Puleggia alternatore: a cosa serve?

Quando il veicolo è in marcia, gli elementi interni subiscono continue sollecitazioni. Le componenti elettriche sono molto sensibili agli scossoni, più delle componenti meccaniche. Per questo, vengono protette in modo particolare.

La puleggia alternatore a cosa serve? Si tratta di un elemento aggiuntivo che ammortizza gli scossoni evitando che accelerazioni e decelerazioni alterino la posizione e il funzionamento dell' alternatore, col rischio di danni (v. anche alternatore auto componenti).

In questo modo, gli organi ausiliari subiscono meno scossoni, meno usura e durano di più. Vediamo ora come si compone una puleggia e come smontare la puleggia alternatore.

Puleggia alternatore

Fissa o a ruota libera?

Per smontare l’alternatore e la relativa puleggia, bisogna conoscere la conformazione e la tipologia. Esistono due diversi tipi di puleggia, quella fissa e quella a ruota libera. Vediamo le differenze.

La puleggia fissa è il modello classico usato fino agli anni Novanta in esclusiva. Il funzionamento dell'alternatore è vincolato a quello del motore con la cinghia dei servizi. Quando i giri motore calano bruscamente (frenate improvvise, ripresa dopo il cambio marcia), queste variazioni brusche si trasmettono anche all’alternatore.

La puleggia a ruota libera è stata studiata per attutire queste variazioni con una specie di frizione a volano. La ruota aggiuntiva continua a girare per inerzia quando il motore abbassa i giri, rallentando le variazioni di giri all’alternatore.

Le differenze strutturali determinano differenti rotture. La puleggia rigida è sottoposta a maggiori sollecitazioni e per questo tenderà a rompersi più di frequente. Un’interruzione del movimento dell’alternatore può essere scambiata per un malfunzionamento dello stesso, ma è facile riscontrare con un voltmetro che l’alternatore funziona e che è in realtà il collegamento al motore che si è rovinato.

Cosa succede se la puleggia è rovinata o si rompe

Come ogni organo meccanico, anche nei modelli più avanzati, la puleggia è sottoposta a continue sollecitazioni meccaniche e si usura, per quanto lentamente. Inoltre, eventuali scossoni, come il passaggio su buche o dossetti ad alta velocità, possono danneggiare e far funzionar male la puleggia.

Una puleggia alternatore rumorosa è già un sintomo sufficiente per fare un controllo. Il rumore può essere determinato da un allentamento del montante, oppure della cinghia.

Il problema può essere dato anche dal cuscinetto alternatore, anch’esso molto sensibile agli urti meccanici. Oltre al caso di rottura, o di usura eccessiva, può esserci anche un blocco, se la cinghia si inceppa.

Cosa bisogna fare in caso di puleggia alternatore bloccata? Il primo suggerimento è quello di intervenire solamente a motore spento. Un blocco può essere anche semplice da risolvere, ma spesso è indicativo di altri problemi, come un difetto di montaggio dell’elemento, specialmente se è stato cambiato di recente.

I consigli degli esperti per risparmiare

L’usura della cinghia e degli organi meccanici è inevitabile, ma si può rallentare di molto, rimandando l’inevitabile spesa di sostituzione. Già, perché, quanto costa cambiare la puleggia dell'alternatore?

Il pezzo di per sé può costare tra i 100 € e i 200 €, ma la manodopera incide notevolmente, perché si tratta di smontare e operare nel vano motore, per poi rimettere tutto a posto e calibrare (v. anche alternatore auto prezzo).

Il modo migliore per ritardare al massimo l’usura naturale della puleggia, come di tutti gli organi meccanici dell’auto, è uno stile di guida fluido e senza strappi, evitando di entrare in buche, pozzanghere e di superare dossi o irregolarità nel manto stradale a velocità eccessiva.

Puleggia alternatore rotta sintomi

Puleggia alternatore rotta: come riconoscere i primi sintomi e intervenire

Funziona male la puleggia alternatore, sintomi più comuni, oltre a un malfunzionamento eventuale dell’alternatore, sono i primi rumori quando il motore è in funzione. Se si tratta di un dislocamento, prima che si arrivi al blocco, un esperto può correggere la calibratura e risolvere in poco tempo.

È importante riconoscere una puleggia alternatore rumorosa, cosa fare per evitare che peggiori? Intervenire per tempo è sempre un toccasana, perché se c’è un movimento sballato, questo può portare al blocco o alla rottura della cinghia, con un guasto all’alternatore e danni ben più seri.

In caso di puleggia alternatore rotta, sintomi iniziali a seconda della modalità di rottura possono essere un forte clangore, la batteria che non si ricarica, calo di tensione nell’impianto di bordo, con alcune apparecchiature che non si accendono come dovrebbero.

Conclusione

Una guida accorta può evitare molti problemi. Ciò è vero anche per la puleggia dell’alternatore. Anche se i modelli più moderni proteggono meglio la cinghia e l’alternatore, evitando sbalzi nel regime, un dislocamento o uno sballo della calibratura possono sempre avvenire. Intervenire subito può consentire di risparmiare diverse centinaia di euro e anche, alla lunga, di rimanere a piedi!

Prodotti TOP sull'argomento:

 

Post popolari

Iscrizione alla nostra newsletter

Per ricevere le nostre ultime novità e suggerimenti inserisci per favore la tua e-mail: