Plus
Provi il conto premium
0   Articoli
#
0,00 €
Il tuo carrello è vuoto

Come scegliere gli pneumatici estivi

iscriviti
ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Per ricevere le nostre ultime novità e suggerimenti inserisci per favore la tua e-mail:

La primavera è arrivata, le temperature medie dell’aria sono ben sopra lo zero, così gli esperti consigliano di sostituire le gomme invernali con quelle estive. Alcuni stati prevedono multe per i conducenti di veicoli i cui pneumatici non corrispondono agli obblighi di legge per la stagione in corso. Questo articolo ti illustrerà i motivi per cui è così determinante la scelta dei pneumatici considerando le condizioni ambientali e quali sono le gomme da preferire.

Per quale motivo devo cambiare le gomme invernali con quelle estive?

I pneumatici invernali contengono composti gommosi più morbidi; quando entrano in contatto con l’asfalto più caldo la loro elasticità aumenta di molto. Per questa ragione diminuisce l’aderenza, aumentano l’usura del battistrada e il rischio di forare quando lo pneumatico entra in contatto con un ostacolo; inoltre, aumenta anche la spazio di frenata. Infine, una morbidezza eccessiva diminuisce la tenuta di strada del veicolo. Per questi motivi, per produrre le gomme estive si utilizzano composti più rigidi, con meno polimeri di silicio.

Le gomme estive hanno anche un disegno del battistrada diverso da quelle invernali, con una pronunciata direzione longitudinale, scanalature più strette e diversa configurazione delle lamelle, per ridurre il pericolo di acquaplaning, migliorando l’aderenza sulla superficie stradale sia bagnata che asciutta, assicurando la resistenza dei pneumatici alla deformazione in manovra, una distanza di frenata più breve e una manovrabilità eccellente.

10 consigli per la scelta e l’utilizzo di pneumatici estivi

  1. Il momento di sostituire i pneumatici dipende dalle condizioni di utilizzo del veicolo, perché le condizioni meteo di mezza stagione possono non essere così stabili, con importanti sbalzi di temperatura tra la notte e il giorno. Quindi, se utilizzi, per esempio, la tua automobile soprattutto la sera o il mattino, non è necessario affrettarsi a montare gomme estive. Sarà meglio aspettare che la media delle temperature giornaliere raggiunga stabilmente i 5-7°C.
  2. Se i pneumatici sono vecchi, controlla bene lo spessore rimanente del battistrada: non dovrebbe essere meno di 2,5-3 mm altrimenti la tenuta di strada sarà compromessa.
  3. Le gomme delle ruote motrici si usurano più rapidamente, quindi è meglio scambiare gli pneumatici anteriori con quelli posteriori alla prossima sostituzione; se il disegno del battistrada lo permette, è meglio scambiare anche pneumatici di destra e di sinistra. Questi accorgimenti miglioreranno la manovrabilità dell’automobile, prolungando la durata delle gomme. Se si montano gomme nuove su un asse e gomme usate sull’altro asse, si raccomanda di montare i pneumatici nuovi sull’asse di trazione.
  4. È importante scegliere nuovi pneumatici con un disegno del battistrada adeguato alle condizioni abituali di utilizzo dell’automobile. Per esempio, se la guida è tranquilla, pneumatici simmetrici con disegno non direzionale andranno benissimo. Costano poco, hanno caratteristiche ben bilanciate e si possono invertire. Le gomme con disegno del battistrada non simmetrico sono quelle più versatili: assicurano un’ottima tenuta di strada sia sul bagnato che sull’asciutto, l’ideale per una guida più sportiva. Le gomme con disegno direzionale diventano indispensabili nelle zone più piovose, in quanto hanno un’alta resistenza all’acquaplaning.

  1. La gomma tende a invecchiare, quindi se gli pneumatici rimangono in magazzino a lungo, la loro durata diminuirà. È sempre meglio quindi acquistare gomme prodotte da non più di 1-2 anni.
  2. A parità di condizioni, le gomme rigide si usurano di meno. Di conseguenza, se si coprono grandi distanze ogni giorno, è meglio preferire gomme rigide. Allo stesso tempo, bisogna ricordare che le gomme morbide hanno migliore aderenza.
  3. Con cerchioni in lega leggera andrebbero utilizzati pneumatici con un alto indice di carico:sono prodotti meno inclini a forature laterali, anche se aumentano leggermente il consumo di carburante.
  4. Cambiare tutta la ruota assemblata è molto più comodo ed economico che sostituire solo i pneumatici, perché è un lavoro che puoi fare anche da solo, riducendo il rischio di danneggiare la gomma durante le operazioni di smontaggio o montaggio.
  5. Nello scegliere la misura dello pneumatico tra quelle raccomandate dal produttore dell’automobile per la stagione calda, è meglio preferire gomme più larghe. Hanno un punto di contatto più ampio, anche se possono essere più propense all’acquaplaning.
  6. I tuoi pneumatici funzioneranno per più tempo se scegli articoli di aziende famose come Continental, Dunlop, Bridgestone, Michelin, Goodyear, Pirelli, Cooper. Normalmente, oltre alla produzione e al collaudo, i produttori più importanti sviluppano e utilizzano le tecnologie più innovative grazie ai loro centri di ricerca. Inoltre la gamma dei loro prodotti, include solo pneumatici affidabili, di alta qualità, ad alte prestazioni e sicuri.

Conclusione

L’affidabilità e la qualità dei pneumatici determina direttamente la sicurezza del traffico stradale. Da loro dipendono la manovrabilità, la tenuta di strada, le prestazioni fuoristrada e lo spazio di frenata del veicolo. Di conseguenza, la scelta dei pneumatici va fatta con responsabilità. Per evitare errori nell’acquisto e nell’utilizzo delle gomme, è meglio attenersi alle raccomandazioni del produttore automobilistico e ai nostri consigli.