• SHOP
  • CLUB
Provi l’account premium
0
Il mio Garage
Aggiungere un veicolo
0
Articoli #40-2883
0,00 €
Il tuo carrello è vuoto

Differenze tra olio motore sintetico e minerale

I prodotti minerali sono derivati del petrolio, mentre quelli sintetici sono prodotti in laboratorio. Detta in poche parole, questa è la differenza tra olio minerale e sintetico. Ma come si traduce in termini di parametri e prestazioni? Cosa significa per il motore e come scegliere il tipo di prodotto?

Per capire se sia meglio l’olio sintetico o minerale bisogna approfondire le differenze di prestazioni, gli ambienti in cui l’uno prevale sull’altro, ma anche quale prodotto offre le garanzie migliori in base all’utilizzo del veicolo, sempre rispettando la compatibilità, per arrivare a una scelta informata quando sarà ora di cambiare olio (v. anche: Cambiare l’olio in un’auto: quanto spesso e quanto costa).

Le prestazioni e la temperatura

Un olio motore minerale per auto è frutto della raffinazione del greggio, un procedimento tutt’altro che perfetto. Per questo, può contenere dei contaminanti, come la cera, che non lubrifica e cambia proprietà con la temperatura. Questo lo rende un prodotto meno pure rispetto a un olio motore sintetico.

Ecco perché una importante differenza olio minerale e sintetico si crea alle alte temperature, oltre i 230-240 °C. A questi livelli, il prodotto naturale crea dei residui, catrame e fumi, perdendo le proprie qualità. D’altro canto, un prodotto sintetico regge le temperature fino a 350-360 °C senza degradarsi.

Come reagisce invece al freddo un olio motore sintetico o minerale? Come ogni prodotto, anche un olio ha un punto di solidificazione. Man mano che la temperatura scende, il prodotto diventa sempre più viscoso e lubrifica sempre meno. Un prodotto minerale può solidificare già a -15 °C, mentre alcuni prodotti sintetici rimangono fluidi anche a -60 °C.

In base a questi dati, dovendo scegliere tra olio sintetico o minerale in base alla zona climatica e al tipo di motore, se il motore deve essere esposto a temperature estreme, gelo di notte, oppure a carichi estremi (auto sportive), allora un olio sintetico per motori ha qualità più confacenti, mentre il prodotto minerale meglio si adatta alle zone temperate e a motori dalle prestazione più intermedie.

C’è sintetico e sintetico: gli additivi

A questo punto verrebbe spontaneo chiedersi come mai ci siano sul mercato entrambi i prodotti, se il minerale non regge il confronto. Perché bisogna scegliere tra olio minerale o sintetico? Oltretutto, ci sono in vendita prodotti sintetici a prezzi molto abbordabili. Ecco, la risposta sta nella qualità. Non tutti i prodotti hanno gli stessi parametri e le stesse garanzie.

Produrre un lubrificante di qualità costa molto di più, se non si ha una base di partenza (il derivato del petrolio). Ecco perché alcune aziende preferiscono sopperire alle lacune del minerale utilizzando gli additivi. Intendiamoci: ogni lubrificante può essere migliorato con una serie di additivi per olio motore.

Ci sono additivi che puliscono gli iniettori, altri che puliscono i filtri o gli scarichi, altri aumentano il numero di ottani o aggiungono resistenza alla pellicola oleosa, altri ancora rinforzano la resistenza termica. Ecco che un lubrificante minerale con degli additivi ben studiati può dare pari qualità di un prodotto sintetico. In questo caso, si parla di oli semisintetici.

olio motore sintetico o minerale

Quando e come effettuare il cambio

Se il livello dell’olio è sotto al minimo, non è necessario sostituire: basta rabboccare, ma con lo stesso lubrificante già presente nel sistema, a meno che non si abbia in programma un cambio olio a breve. In questo caso, se il lubrificante è sintetico o semisintetico, è possibile inserire una minima quantità di un prodotto compatibile.

Se invece la durata di servizio è scaduta o il prodotto è degradato, allora si può procedere a svuotare il sistema. Poi si effettua un lavaggio con spurgo, prima di inserire il prodotto nuovo. La scelta, in ultima analisi, si fa confrontando le recensioni o i parametri con i prodotti compatibili col proprio motore, valutando il tipo di utilizzo.

Ricordiamo che bisogna sostituire anche il filtro con uno di qualità, come un filtro olio per auto Ridex, provvedendo a inserire il nuovo lubrificante nel filtro e seguendo le istruzioni su come far partire il sistema. Infine, bisogna effettuare uno spurgo per evitare che nell’impianto di lubrificazione rimanga dell’acqua o dell’aria, che non hanno proprietà lubrificanti e abbattono l’efficacia del sistema.

differenza tra olio minerale e sintetico

Conclusione

Le differenze tra lubrificanti dipendono dal metodo di produzione e ne influenzano le prestazioni. Se le condizioni di temperatura o di stress meccanico sono estreme, senz’altro un olio sintetico offre maggiori garanzie, sempre che sia di ottima qualità. Per un utilizzo standard, la scelta è aperta.

Prodotti TOP sull'argomento:

Post popolari

Iscrizione alla nostra newsletter

Per ricevere le nostre ultime novità e suggerimenti inserisci per favore la tua e-mail: