Plus
Provi il conto premium
0   Articoli
#
0,00 €
Il tuo carrello è vuoto
vista
Produttori
500 Articoli

I copricerchi si applicano soprattutto per migliorare l’estetica dell’automobile. Molti modelli proteggono anche da sporcizia, polvere, sabbia e da altre particelle abrasive, consentendo di far durare più a lungo l’impianto frenante. Inoltre, riducono il rischio che il cerchione o il disco si deformino in caso di urto laterale, poichè in parte assorbono l’impatto.

Tipologie di copricerchi

In base al possibile utilizzo:

  • Per modelli specifici di automobile. Spesso hanno lo stesso design dei cerchioni originali, con decorazioni che comprendono anche il logo della marca. Sono molto belli e affidabili, ma il loro prezzo è piuttosto alto.
  • Universali. Si scelgono in base al raggio e sono adatti a diversi tipi di vetture. Sono più economici di quelli specifici e spesso si trovano nei cataloghi in molte varianti.

In base alle caratteristiche di costruzione:

  • Di tipo aperto. Includono delle ampie prese d’aria e al loro interno la circolazione dell’aria è costante. Però non proteggono da sabbia e sporco e non nascondono eventuali difetti sul gruppo della ruota. Per di più, sono difficili da pulire.
  • Di tipo chiuso. Hanno prese d’aria più piccole oppure ne sono privi. Nascondono eventuali macchie di corrosione o di urti meccanici e proteggono meglio l’impianto frenante. Per contro, l’accesso dell’aria è limitato e quindi si raffreddano poco; questo può portare all’usura anticipata degli elementi dell’impianto frenante.

I copricerchi possono variare anche per forma. La loro superficie esterna può essere curva o piatta. Quelli piatti aderiscono meglio e non si danneggiano facilmente, perché non sporgono affatto verso l’esterno. Quelli curvi invece sono meno pratici ma hanno un aspetto più interessante.

Per la produzione di questi accessori si usano materiali diversi. Possono essere in:

  • Plastica. Sono più economici, leggeri e non si corrodono. I copricerchi in plastica flessibile possono recuperare la loro forma anche dopo un impatto.
  • Metallo. I prodotti in metallo pesano di più e sono molto resistenti. Però si possono ossidare in condizioni di forte umidità.
  • Speciali tipi di gomme. Sono leggeri, flessibili e duttili, si possono usare a diverse temperature.

I copricerchi si possono installare su raccordi a vite o su supporti a molla. Questi ultimi sono facili da montare e smontare, mentre quelli su raccordo a vite sono più difficoltosi da montare e smontare ma molto più affidabili.

Consigli per l’uso dei copricerchi

  1. Usare solamente gli articoli delle dimensioni e con le caratteristiche tecniche adeguate. Gli elementi di fissaggio e i fori tecnici devono corrispondere a quelli dei cerchioni di serie.
  2. Controlla sempre che i copricerchi non siano deformati e che non presentino danni di altro tipo, prima di montarli. Nei modelli a molla con nottolino controllane la rigidità:  più è carica, più affidabile sarà il montaggio.
  3. Pulire il lato esterno e quello interno con una spugna e una soluzione a base di sapone. Generalmente si può usare anche un lavaggio automatico.

AutoDoc: comodo shopping online

Stai cercando i migliori accessori per la tua auto alle migliori condizioni? Registrati nel negozio online AutoDoc. I nostri articoli sono tutti molto convenienti e su alcuni di loro ci sono delle promozioni che ti consentiranno di risparmiare di più. Ordina subito online sul nostro sito o usando l’applicazione mobile, per comprare copricerchi con il massimo del vantaggio.

loader Attendere, prego...