Plus
Provi il conto premium
0   Articoli
#
0,00 €
Il tuo carrello è vuoto
vista
Seleziona categoria
Produttori
500 Articoli

I sensori di parcheggio sono apparecchi speciali che semplificano la manovra di parcheggio informando il conducente di ogni ostacolo sul percorso, in modo da poterlo evitare e riuscire a rallentare in tempo. L’uso di questi dispositivi è consigliato specialmente in spazi limitati o nelle ore notturne.

Principio operativo

Gli impianti standard prevedono dei sensori che emettono onde a ultrasuoni e che ne ricevono le onde riflesse da eventuali ostacoli. Le informazioni sulla velocità delle onde sonore del segnale di ritorno vengono inviate all’unità di controllo. Questi dati consentono di generare un messaggio che viene notificato al conducente con un segnale di allerta.

Esistono anche modelli di sensori elettromagnetici con un’antenna in alluminio dotata di striscia adesiva, che sostituisce perciò i sensori a ultrasuoni. Questa antenna produce un campo elettromagnetico e ne riconosce i cambiamenti.

Quali sono le tipologie di sensori di parcheggio

Esistono diversi sistemi con vari metodi di avvertimento:

  • Avvertimento acustico. Quando il veicolo si avvicina all’ostacolo, l’apparecchio comincia a emettere dei suoni ritmicamente, che diventano sempre più frequenti man mano che ci si avvicina all’ostacolo. Quando la distanza diventa minima, il suono diventa continuo.
  • Avvertimento visivo. Può essere:
    • A LED. Utilizza lampadine di diversi colori, che variano dal verde al rosso man mano che l’automobile si avvicina a un ostacolo.
    • Numerico. Viene mostrata la distanza dall’ostacolo.
    • Con schermo LCD. Viene mostrata un’immagine schematica della vettura insieme al valore numerico della distanza dall’ostacolo.
  • Combinati. Sono dispositivi con entrambi i tipi di allarme, acustico e visivo.

Nei vari cataloghi specializzati ci sono diversi sensori di parcheggio che differiscono per numero di sensori. In particolare possono avere 4, 6, 8 sensori, che possono essere collocati sul paraurti posteriore, ma anche su quello anteriore o su entrambi. Più spesso sono montati sul paraurti posteriore. I sensori frontali vengono installati più di frequente su veicoli con un cofano lungo o su veicoli molto alti.

I vari elementi dell’impianto possono essere collegati l’un l’altro via cavo, ma esistono anche modelli wireless senza fili, in cui la connessione tra i sensori e l’unità di controllo avviene tramite un segnale radio.

Caratteristiche nell’uso dei sensori di parcheggio

  1. Leggi  con attenzione le istruzioni del produttore.
  2. Osserva attentamente le indicazioni riguardanti l’altezza alla quale vanno installati gli elementi del sistema sul paraurti. Se i sensori sono troppo bassi aumenta la probabilità di avere una segnale sfalsato. Se si montano troppo in alto non individuano gli ostacoli bassi.
  3. I sensori vanno puliti con un panno morbido, evitando l’uso di materiali grezzi o abrasivi.

AutoDoc: comodo shopping online

Nel nostro sito potrai comodamente ordinare sensori di parcheggio, navigatori satellitari, video-recorder, impianti stereo e altri accessori. Le attrezzature che proponiamo hanno tutte un prezzo modico, così potrai risparmiare sulla manutenzione della tua automobile, specialmente se approfitti delle nostre promozioni ricorrenti. Se desideri avere il negozio online AutoDoc sempre a portata di mano, puoi installare l’applicazione mobile. AutoDoc: comodo, affidabile, conveniente.

loader Attendere, prego...