Plus
Provi il conto premium
0   Articoli
#
0,00 €
Il tuo carrello è vuoto

Runflat

Ricerca pneumatici per dimensione
Seleziona le giuste dimensioni dei Pneumatici
205 / 55 R15
Stagione
Tutto
Ricerca
tyre_select_pkw_image

Pneumatici RunFlat: caratteristiche, tipologie, produttori

I pneumatici possono sempre subire delle forature, è un problema che capita a qualunque automobilista. Quando la gomma si sgonfia, diventa pericoloso procedere, soprattutto se la gomma è a terra. Non tutti gli automobilisti hanno a bordo un kit di riparazione per le gomme, inoltre non tutti sono in grado di sostituire una ruota in qualunque momento. Questo diventa impossibile se le gomme danneggiate sono due, così bisogna per forza chiamare il soccorso stradale. Se la gomma subisce un danno ad alta velocità, il rischio diventa molto maggiore: si può perdere il controllo dell’auto. I pneumatici RunFlat servono proprio a eliminare questi rischi. Vediamo cosa sono, che vantaggi hanno e quali sono gli svantaggi.

Pneumatici RunFlat: la costruzione, la storia, le sigle

La tecnologia RunFlat punta a ridurre al minimo il rischio di incidente stradale, permettendo al conducente di raggiungere sempre e comunque un’officina. Con questo tipo di gomme, si può anche evitare di dover avere una ruota di ricambio, quindi aumenta lo spazio disponibile e diminuisce il consumo di carburante.

Lo sviluppo di gomme sicure, che non esplodessero è cominciato già negli anni ’30. Una delle prime aziende a fare ricerche in questo senso è stata la Michelin, che nel 1934 ha introdotto i primi pneumatici al mondo autoportanti: questi avevano all’interno una schiuma speciale in un rivestimento interno. Questa poteva sostenere il carico in caso di foratura. L’idea di creare una gomma che resista alle forature è stata poi portata avanti da Chrysler, Goodyear, Dunlop e da altri produttori.

Oggi, i pneumatici RunFlat sono offerti da tantissimi produttori leader. Le gomme vengono contrassegnate in modo diverso. Ecco le principali sigle per produttore:

  • Dunlop ― DSST.
  • Pirelli, BridgeStone, Firestone ― RFT.
  • Nokian ― RFT e RF.
  • Yokohama ― RF e ZPS.
  • Continental ― SSR e CSR.
  • Michelin ― ZP.
  • Goodyear ― ROF e EMT.
  • BF Goodrich ― SSS.
  • Kumho ― XRP.
  • Toyo ― TRF.

Pneumatici RunFlat, tipologie, vantaggi e svantaggi

  • Autosigillanti. Questi pneumatici hanno uno strato interno di sigillante che chiude la foratura. Questi pneumatici costano solo il 10–20% in più rispetto a quelli convenzionali. Si possono installare anche su veicoli non dotati di sistema di monitoraggio della pressione dei pneumatici. Dopo una foratura, questi pneumatici possono essere riparati. Però non possono rimanere sotto pressione se il taglio è molto grande, oppure se viene tagliata una delle pareti. Durante la stagione fredda, la capacità di sigillante si riduce.
  • Con pareti rinforzate. Questi modelli hanno pareti laterali composte da alcuni strati di un cordolo speciale con gomma. Queste pareti possono sostenere il carico in caso di foratura. Si tratta di pneumatici resistenti all'usura e ad alta forza. Costano fino al doppio rispetto ai pneumatici convenzionali. Queste gomme si montano su cerchione standard e possono percorrere dopo la foratura fino a 80 km. Bisogna però andare a una velocità inferiore agli 80 km/h. Queste gomme sono anche più pesanti di quelle standard, circa del 20–40%. Molto spesso si tratta di pneumatici non riparabili.
  • Con anello di supporto. Un anello speciale di plastica o di metallo è attaccato al cerchione della ruota e serve a sostenere il peso dell'auto in caso di perdita di pressione del pneumatico. Queste gomme possono percorrere fino a 320 km, non ci sono limiti alla velocità di marcia anche dopo la foratura. Spesso si tratta di pneumatici montati su auto blindate, come le auto delle autorità. Si tratta di modelli più costosi, inoltre bisogna installare cerchioni speciali. Questi pneumatici possono essere installati solo presso officine specializzate. Quando sono installati, diminuisce il comfort interno al veicolo.

I pneumatici RunFlat sono una buona scelta, per chi?

I vantaggi di queste gomme non sono apprezzati da tutti. Se le priorità sono dinamiche e comfort, allora è meglio scegliere pneumatici standard. Se invece la priorità è la sicurezza, con gomme affidabili e pratiche, se si viaggia spesso fuori strada o se si fanno percorsi molto lunghi, allora questi pneumatici possono essere davvero utili.

Articoli più venduti

Vai alla selezione delle marche di pneumatici di fascia Premium
loader Attendere, prego...