• SHOP
  • CLUB
Provi l’account premium
0
Il mio Garage
Aggiungere un veicolo
0
Articoli #37-0861
0,00 €
Il tuo carrello è vuoto

Filtro dell'aria per moto: a cosa serve?

Come mai è importante conoscere meglio il filtro aria moto e perché questo è diverso dal corrispondente per automobili? Come si fa la manutenzione e quando è ora di sostituirlo? Vedremo nel dettaglio come mantenere sempre il motore della moto al massimo delle prestazioni, con pochi ma importanti consigli.

Il filtro dell’aria, cosa bisogna sapere

Nei motori a scoppio, l’alimentazione avviene con carburante miscelato ad aria per ottenere il cosiddetto rapporto stechiometrico, cioè l’equilibrio perfetto per ottenere la combustione migliore, lasciando il minimo di residui e ottenendo la massima potenza. L’aria che entra nel motore proviene dall’esterno e deve essere filtrata con un filtro aria della moto.

Senza l’intervento di un filtro aria moto, o quando il filtro si rompe, gli elementi contaminanti (polvere, morchia, insetti) entrerebbero in contatto con l’interno del motore, causando usura precoce di candele, pistoni, fasce, sporcando la valvola a farfalla e il debimetro e portando al grippaggio del motore.

Il primo sintomo di un filtro aria sporco è il calo di potenza della moto. Questo può essere dovuto a vari fattori, ma il controllo dei filtri è uno dei primi, soprattutto se siamo vicini alla scadenza del tagliando, al limite di servizio o se c’è stato un evento contaminante, come un’uscita fuoristrada.

I filtri aria moto sono composti da due elementi: una guaina o involucro che contiene l’elemento operativo, che può essere di carta pieghettata, di spugna, di stoffa o di altri materiali filtranti. Esistono varie forme a seconda del modello, alcuni sono universali come un filtro aria KTM, altri ancora specifici e di marche diverse, ma compatibili.

filtro aria moto 

La manutenzione del filtro aria moto

Come ogni elemento filtrante, è naturale che questo si sporchi, in quanto trattiene le impurità. Per evitare che l’eccesso di contaminanti usuri il materiale, è necessario pulire il filtro aria moto almeno una volta all’anno, o più spesso se la moto si usa fuoristrada. Vediamo come procedere.

Come pulire filtro aria moto? Si toglie il coperchio dell’alloggiamento e si rimuove il filtro. Se l’elemento operativo è in tessuto o in spugna, questo va lavato a fondo per essere riutilizzato, mentre gli elementi di carta vanno semplicemente sostituiti.

Esistono in commercio dei kit di pulizia per filtro, oppure si può usare uno sgrassante. Infine si lascia asciugare con cura e si dà un tocco di lubrificante (verificare le istruzioni specifiche del modello di filtro).

Quando si cambia il filtro aria moto?

Come il filtro olio per moto, ha la sua durata di servizio anche il filtro aria: quando cambiarlo? Naturalmente dipende dai modelli e dall’utilizzo, ma anche da molti altri fattori (dove si parcheggia, frequenza della pulizia, qualità del prodotto. In generale, se la moto percorre strade urbane, la durata può raggiungere i 20mila chilometri, ma dipende anche dal traffico.

Il filtro va cambiato se è sporco e non si può pulire, o se è intasato e rovinato, se si è rotto (ad esempio uno strappo perché è stato maneggiato male o per un incidente), oppure se è troppo vecchio. Oltre alla durata temporale, un indicatore è la perdita di potenza del motore, ma il modo migliore per stabilirlo è esaminare l’elemento filtrante direttamente.

Conclusione

Il filtro dell’aria protegge il motore dalle impurità, garantendo le massime prestazioni. Se non lo si cura a dovere, si rischia di sporcare altri elementi interni fino a produrre un guasto al motore stesso. A seconda dei modelli, alcuni filtri si possono lavare, pulire, o facilmente sostituire.

Prodotti TOP sull'argomento:

Post popolari

Iscrizione alla nostra newsletter

Per ricevere le nostre ultime novità e suggerimenti inserisci per favore la tua e-mail: